Cerca nel blog

martedì 30 novembre 2010

Idea del giorno: scattati!!

 Blocco dell'artista? Ecco un'idea bizzarra che stimola la creatività e smuove la tua personalità:

Prendi la macchina fotografica e tienila accanto a te tutto il giorno. Ogni volta che cambi stanza, che ti prepari per uscire, che guidi, che ti fai da mangiare ecc.... scattati. Appoggiala sul piano più vicino a te e usa specchi, autoscatto, cavalletti e quant'altro oppure acchiappati alla rinfusa.
A fine giornata avrai acquisito non solo un portfolio della tua quotidianità, non solo un ottimo budge di lavoro su cui sfogare la propria creatività, ma uno specchio su te stesso, sulla tua personalità che ti aiuterà a conoscerti meglio, ad apprezzarti ad autodivertirti.

Vania Tamburini

venerdì 26 novembre 2010

lunedì 22 novembre 2010

Corso di: web marketing e Seo

Tecniche di indicizzazione e web marketing
Scopo del corso è imparare le tecniche giuste per promuovere la propria attività sfruttando strumenti economici o gratuiti per ottenere un miglior posizionamento nei risultati dei motori di ricerca.
Il corso è mirato a sviluppatori web, designer pubblicitari, blogger e a imprenditori aziendali interessati a conoscere le nuove forme di marketing online.

ARGOMENTI:
  • creare la propria identità online;
  • strategie di comunicazione web;
  • google e i motori di ricerca;
  • strumenti di indicizzazione;
  • strategie per promuovere la propria identità virtuale e reale;
  • facebook e l'importanza dei social network;
  • twitter e l'importanza del micro blogging;
  • ottimizzare il proprio sito per acquisire visibilità;
  • sfruttare freeware e open source per mettersi in mostra con il minimo dispendio economico;
i corsi si terranno presso:
CENTRO DIDATTICO "G. GUINIZELLI"
Via Mazzini 329
40062 MOLINELLA (BO)

per informazioni su orari e costi telefonare allo 051.887049
Vania Tamburini (docente) 

Corso di: progettazione grafica e fotoritocco

Dal fotoritocco alla computer art
il corso mira all'insegnamento delle tecniche di ideazione e di costruzione di un progetto grafico artistico.
E' adatto a chi desidera avere un approccio pratico nel mondo della computer art.
ARGOMENTI:
  • creare un'immagine partendo dall'idea;
  • lo storyboard e l'importanza della progettazione;
  • grafica bitmap e vettoriale;
  • risoluzione per stampa e web;
  • fotoritocco e fotomontaggio;
  • forme, colori e filtri;
  • come mettere in mostra le proprie opere;
 i corsi si terranno presso:
CENTRO DIDATTICO "G. GUINIZELLI"
Via Mazzini 329
40062 MOLINELLA (BO)

per informazioni su orari e costi telefonare allo 051.887049
Vania Tamburini (docente)

Corso di: progettazione della comunicazione

Progettare un sito web, costruirlo, indicizzarlo.


Il corso prevede la costruzione di un prototipo base che mira all'esplorazione dei passaggi fondamentali per implementare un sito web. E' adatto a chi desidera avere un approccio pratico al tema e a chi deve creare tesine o presentazioni digitali.

ARGOMENTI:
- metodologie di progettazione;
- creare lo storyboard grafico;
- HTML e CSS;
- Flash e l'animazione nel web;
- domini, hosting e programmi per la messa online;
- blog, social network e avatar;
- google, i motori di ricerca e gli strumenti di indicizzazione;

i corsi si terranno presso:
CENTRO DIDATTICO "G. GUINIZELLI"
Via Mazzini 329
40062 MOLINELLA (BO)

per informazioni su orari e costi telefonare allo 051.887049
Vania Tamburini (docente)

Abbiamo caricato nuove foto libere da copyright e totalmente free...
puoi scaricarle gratuitamente da qui: www.ombreinluce.it/fotofree.

vuoi mostrare le tue foto e renderle free??
hai utilizzato una di queste foto e vuoi rendermi consapevole?manda una email: vania.tamburini@ombreinluce.it

Vania Tamburini

giovedì 18 novembre 2010

Consumi, tariffe, risparmi energetici

Se non hai scelto un fornitore di elettricità del mercato libero starai ricevendo bollette con tariffe diverse in base all'orario di consumo effettivo. Questo perchè è nata la tariffa bioraria che prevede di far pagare un prezzo più alto dalle 8 alle 19 dei giorni feriali; un prezzo più basso se il consumo di energia avviene nei week end o alla sera.
E' possibile ottenere un risparmio energetico quando c'è meno richiesta di elettricità.
Questo significa che possiamo concentrare i consumi nelle fasce a basso costo per risparmiare in economia domestica e lavorativa.
ATTENZIONE PERO'!!
Il reale risparmio lo si ha se durante la settimana si sfruttano le ore notturne/o il fine settimana per consumare il 67%  dell'energia  perchè se si consuma più del 67% si rischia di spendere adirittura di più rispetto la tariffa monoraria.

Vania Tamburini

martedì 16 novembre 2010

Tutorial: sovrapponi due immagini

L'obiettivo di questo mini-tutorial è creare una composizione di immagini sfruttando un gioco di selezioni e metodo di  fusione tipiche di Photoshop (le stesse funzioni le troverete anche per Gimp). Per farlo abbiamo scelto due immagini: una raffigurante un paesaggio e l'altra un orologio. Alla fine del progetto il paesaggio dovrà essere rinchiuso all'interno del quadrante:


STEP 1

Carichiamo l'immagine dell'orologio nel canvas di lavoro. Dobbiamo creare una selezione del quadrante e per farlo possiamo utlizzare due modalità:

1) Utilizziamo lo strumento Selezione Ellittica, sull'immagine tracciare la selezione circolare senza badare a precisione, ma mantenendo una dimensione simile a quella del quadrante.Con un click destro sulla selezione (o in alternativa dal menu selezione) scegliamo l'opzione Trasforma Selezione e alteriamo, trasciando i vari punti, l'ellisse adattandola perfettamente al quadrante dell'orologio. Con il tasto invio confermiamo la trasformazione.
la selezione girandola e ridimensionandola fino ad adattarla totalmente al quadrante del nostro orologio.


2) La seconda modalità prevede l'uso delle Maschere Veloci. Creiamo una selezione circolare con lo strumento selezione ellittica, non dobbiamo essere precisi. Premere il tasto Q da tastiera. Si creerà una maschera veloce che prevede l'oscuramento della parte di schermo non selezionata. Questo oscuramento rappresenta la maschera
(il colore predefinito per la visualizzazione della maschera è il rosso opacità 50% ma è possibile modificare cliccando due volte sull'icona maschera veloce dalla palette Canali e scegliere un colore di maggior contrasto con la nostra immagine). Utilizzando un pennello di colore bianco e pennellando su quest'area andiamo a scoprire parti di immagini. Al contrario, utilizzando un colore nero le andiamo a nascondere. Lavoriamo in precisione e poi dal menù Modifica scegliamo l'opzione Trasformazione libera e alteriamo la maschera in modo da adattarla perfettamente al quadrante. Con il tasto Invio confermiamo la traformazione. Dalla palette Canali, andiamo con un click destro sulla maschera veloce e duplichiamo la maschera in modo da mantenere una copia della selezione appena creata. Premendo il tasto Q si ritorna alla modalità standard con la selezione modificata.


STEP 2
Ora apriamo l'immagine contenente il paesaggio. Andando nel menù Selezione scegliamo Seleziona tutto. Copiamo questra immagine nel nostro canvas di lavoro, su un livello superiore a quello dell'orologio.




STEP 3
Utilizzando l'opzione Trasformazione Libera adattiamo l'immagine nella posizione che vogliamo assuma all'interno del quadrante lasciando sbordare abbondantemente.


STEP 4
Ora ricarichiamo la selezione ellittica  precedentemente copiata (dalla palette Canali con CTRL+click sull'icona). Con un click destro scegliere Seleziona Inverso ed eliminare l'esubero del livello paesaggio.Rimanendo sempre sul livello Paesaggio selezionare la modalità di fusione livello Moltiplica con opacità 85%.

STEP 5
Se  lo ritenete necessario regolate il contrasto del livello paesaggio dal menù immagine/regolazione/livelli.

...altri tutorial gratuiti li puoi trovare qui: http://www.ombreinluce.it/tutorial.php
Vania Tamburini

Come far sopravvivere il videoregistratore


Chi possiede un vecchio videoregistratore o un Dvd recorder sprovvisto di sintonizzazione digitale NON LO DEVE PER FORZA ELIMINARE. E' possibile infatti continuare a videoregistrare nell'era digitale.
Ora che lo Switch-off è alle porte, ovvero che il segnale analogico verrà definitivamente spento, siamo portati a credere che il videoregistratore abbia fatto la sua era, ma esistono soluzioni per salvarlo e continuare a registrare i programmi dalla tv come abbiamo sempre fatto.
Dobbiamo scartare l'idea di collegare il videoregistrato direttamente alla Tv tramite uscita Scart perchè saremo obbligati a registrare solo ciò che vediamo nel momento in cui lo vediamo, se il televisore non è acceso non vi è possibilità di registrazione. Ma non dobbiamo dire addio alle programmazioni notturne.
Abbinando al registratore un decoder esterno sarà possibile registrare a programmazione o con tv spenta, o mentre si guardano altre cose, come abbiamo sempre fatto.
Il limite stà nel fatto che si dovrà fare una doppia programmazione: una al decoder che dovrà accendersi ad un'ora prestabilita e su un certo canale; l'altra al registratore sempre indicando ora e canale.

Vania Tamburini

lunedì 15 novembre 2010

Ti-Logo: architech arredamenti



Vuoi un logo personalizzato gratis? Leggi qui per sapere come fare ad averlo: TI-LOGO!

Unisci due foto: fragola golosa

Con gli strumenti base di photoshop (ma questa metodologia può essere usata anche con programmi free come Gimp che possiede gli stessi strumenti per il toolbox corrispondente leggi questo articolo), è possibile realizzare un efficace fotomontaggio composto di due foto.
 
Un buon fotomontaggio comincia con la scelta degli elementi, dove è possibile, cercate due fotografie che abbiano un livello di luminosità il più simile possibile in modo da riuscire ad amalgamare al meglio i due elementi e a donare realisticità anche a creazioni di fantastia come la fragola golosa che vi proponiamo oggi.
1-  Cominciamo con lo scontornare le due immagini con lo strumento lazo poliganale. Non preoccupiamoci di essere troppo precisi nei bordi, anzi cerchiamo di essere "larghi" sulla selezione perchè poi andremo a utilizzare le maschere di livello per una miglior definizione.
2- Posizionare i tratti del viso sull'immagine della fragola. Andando su Modifica/Trasforma/trasformazione libera, scaliamo e regoliamo il livello del viso in modo da farlo combaciare con le proporzioni che vogliamo dare all'immagine definita.

 
3- Sul livello del viso, creiamo una maschera di livello (il pulsante è nel footer della  palette dei livelli) e con un pennello morbido di colore nero, utilizzando diverse dimensioni, pennelliamo i contorni che desideriamo eliminare fino a ritrovarci con i soli tratti interessati.

4- Su un nuovo livello con  lo strumento penna, delineiamo la parte di frutta in esubero. Fare ctrl+click sulla maschera creata dallo strumento penna nel pannello livelli, attivare il livello fragole e cancellare la parte esuberante.

 
5- Scuririamo le sopracciglia. Selezionare l'area interessata, andare sul menù  Immagini/Regolazioni/livelli e spostare i cursori in modo tale da definire luminosità e contrasto in maniera adeguata. Per meglio definire il contorno del sopracciglio si può utilizzare un pennello morbido su un nuovo livello e il timbro clone.
6- Con lo strumento lazo poligonale, tracciare intorno alle labbra una selezione. con il click destro scegliere Sfuma e impostare il grado a 2px. Dal menù immagine/regolazione scegliere tonalità/saturazione con l'opzione Colora attivata, spostare i cursori in modo da scegliere una tonalità delle labbra interessante. Ripetiamo la stessa operazione per il ciuffetto verde di foglie della fragola.

 
7- Scontorniamo una o più foglioline con lo strumento lazo poligonale e una sfumatura di 1px e copiamo e incolliamo il nuovo livelli in diversi punti per creare un ciuffo più folto.


 
8- Il lavoro è concluso, ora non ci resta che regolare i vari livelli dal menù immagine/regolazione/livelli spostando i cursori in modo da amalgamare le varie parti dell'immagine e se lo riteniamo necessario modificare saturazione e tonalità.


  
Vania Tamburini

mercoledì 10 novembre 2010

Come progettare un logo

Il logo è la prima voce in capitolo per una comunicazione visiva d'alto impatto e per l'associazione mentale del tuo brand. In parole più semplici; dal tuo logo deriva la tua faccia, la prima impressione che dai...è fondamentale soprattutto se hai un'attività online o che comunque gioca molto sulla visibilità.
Creare un logo significa dare un'identità al tuo brand.

Esiste un processo per la progettazione di un logo?
Ognuno ha il suo metodo effettivo di progettazione di un design, e soprattutto ogni cliente è diverso e ogni lavoro ha una sua personalizzazione, però si possono seguire delle linee generali che possono essere utili da integrare con le proprie personali ispirazioni.
Mettiamoci innanzi tutto nell'ordine delle idee che il design grafico è un PROCESSO e l'obiettivo finale è il risultato del lavoro. Non si può arrivare a un risultato senza essere passati dalla strada della progettazione.
Il primo step è un bel colloquio con il cliente, ovvero COLUI PER CUI VA' CREATO IL LOGO. Più informazioni si riescono a captare meglio è perchè si ha la tendenza a credere alla frase "bo, fai tu" in realtà chi desidera un logo per la propria attività o il proprio prodotto sa esattamente dentro di sè:
- che immagine vuole dare di sè ;
- che cosa gli altri devono dire e pensare di quel prodotto;
- che cosa gli altri NON devono dire o pensare di quel prodotto;

Queste informazioni esistono in ogni cliente ma STA' IN NOI tirarle fuori, andarle a cercare e ...infine, costruirci su il design.
Acquisite queste informazioni, avremo una linea molto generale di colori, immagini, parole ecc.... Da lì cominciamo a costruire l'IDEA:

PAROLE>SCARABOCCHI>IDEE:
Chiediamo al cliente di descriverci il prodotto con parole sue, chiediamogli come gli è venuta l'idea, da dove nasce e che ambizioni ha a riguardo.
Ogni parola "chiave" che esce dal colloquio la scriviamo su un bel foglio.
Selezioniamo le parole che che si collegano alla tipologia di immagine che il cliente vuole dare: divertente, elegante, misterioso....
quindi teniamo il risultato della nostra selezione e iniziamo a scarabocchiare, per ogni parola, simboletti, disegnetti, pastrocchietti che ci vengono in mente.


LETTERE>SCHIZZI>IDEE:
Un'altro metodo è giocare con le lettere delle PAROLE coinvolte nel logo. Esiste qualche lettera che si allaccia ai simboletti disegnati su parole chiave? Se si quella letterà diventerà il simbolo portante di tutto il logo.

ORIGINALITA' CONTROLLATA:
Per quanto piccolo sia il nostro cliente non possiamo prevedere l'uso che ne farà nel tempo...fra qualche anno il suo prodotto potrebbe diventare famoso quanto la Coca Cola, di conseguenza prima di fare qualsiasi altra mossa è necessario navigare in rete, in riviste, giornali e addocchiare se non esiste già un simile logo per qualche azienda che tratti lo stesso prodotto/argomento. Fra le altre cose, guardare molte immagini stimola la mente a procrearne nuove.

DISEGNARE A MANO AIUTA:
Disegnare le varie idee a mano su carta aiuta ad avere un'ottica flessibile su ciò che si stà andando a fare. Nel momento in cui la disegneremo in digitale, avremo le idee più chiare e sarà molto più veloce il procedimento se prima abbiamo speso qualche ora con la matita e la gomma in mano.

DAL SIMBOLO AL FONT:
Una volta trovato il Simbolo padre e la lettera Madre costruiremo intorno a loro la famiglia di lettere mancanti utilizzando il giusto FONT. Il logo, nella sua forma più semplice, non è altro che un'insieme di Font e Colore. Il font è necessario non solo a DIRE IL NOME e renderlo chiaro e leggibile, è importante che faccia la differenza ma che la faccia in modo delicato e non invadente. La scelta sbagliata di un font può rendere pessimo il nostro lavoro.
A volte si ha tendenza a scorrere migliaia di font fino a trovare quello che ci ispira o ci piace di più. Errato! Si rischia di cadere nel tranello del TROPPO COMPLESSO/TROPPO SEMPLICE/SEMPRE LO STESSO FONT/INADEGUATO ALL'ESIGENZA. Il modo migliore per scegliere il font è decidere, prima ancora di scorrere le vostre librerie, la simbologia che deve affiancare il testo. Anche se si tratta di un punto o di un pipe, a quel piccolo simbolino deve combaciare lo stile di font che sorgerà.

Lo standard comune dice che:
Font Classici: con lati arrotondati danno un tocco di eleganza, di stile, di lusso. Lati spigolosi danno un senso di tecnico, informatico, tipografico, elettronico.
Font Elaborati: possono essere divertenti, accattivanti, ma anche inquietanti. Vanno bene se il prodotto del vostro brand è vivace quanto il font che andate a scegliere. Pensate alla Coca Cola...un font come quello della bibita più chiaccherata del mondo non sarebbe adatto al nome di un'agenzia viaggi o per una confezione di tisane rilassanti.
Librerie gratuite di font le trovate qui: www.urbanfonts.com/

DALLO SCHIZZO ALLE BOZZE:
Facendo una bella selezione di font e simboli iniziamo a giocare con le posizioni degli stessi, con i colori ed eventuali sfumature fino a trovare almeno 8 combinazioni che ci piacciano. Ogni bozza dovete mostrarla sia a colori che in bianco e nero...questo serve perchè può sempre succedere che venga fatta una stampa in bianco e nero del logo e deve essere un SUPER LOGO anche se privato di tutti i suoi colori.

4 su 8:
Scegliamo le 4 migliori bozze da presentare al cliente,  sulle 8 scelte. Questo perchè su 8 sicuramente avremo creato un paio di versioni similari che si distinguono di pochissimo l'una dall'altra. Ciò che dobbiamo mostrare come "Pilota del logo" sono 4 versioni differenti e non 8 simili.

A TAVOLINO SULLE BOZZE:
Ora ci si incontra con il cliente che ci dirà cosa è si, cosa è no, e se è possibile scombinare e combinare una soluzione piuttosto che un'altra. E' possibile anche mostrare le altre 4 restate in disparte se captiamo che ciò che vuole stà in ciò che è rimasto nella valigetta altrimenti VIA. 

SE PIACE A LUI PIACE ANCHE NOI:
Noi possiamo guidare il nostro cliente a livello di esperienza grafica, possiamo consigliargli i colori ideali, la forma ideale e soprattutto fargli notare dove cade l'occhio e dove invece non cade ma la scelta finale spetta a lui perchè nessuno meglio di lui sa cosa vende e come la vuol vendere.

QUANDO E' OK:
Si può passare a costruire la grafica in alta qualità. Anche se vi chiede un logo per il web, createlo lo stesso in previsioni di eventuali stampe future perchè a rimpicciolire c'è sempre tempo...a ingrandire c'è sempre rischio.


STAMPA E VIDEO:
I colori a stampa sono molti diversi dai colori video, noi lo sappiamo bene ma il cliente forse no, è bene presentargli bozze a stampa o almeno fargli presente la possibilità di una differenza di luminosità e nitidezza dei colori per evitare spiacevoli sorprese.

Vania Tamburini

martedì 9 novembre 2010

Il toolbox di GIMP

Gimp è un programma gratuito che permette di utilizzare gli strumenti base comuni ai più elaborati programmi di fotoritocco. A livello professionale può avere qualche carenza, ma se non hai voglia di spendere soldi la scelta di gimp sarà una soluzione ideale alle tue esigenze di creatività e ritocco fotografico.
In questo articolo presenterò la toolbox di Gimp, anche se è molto intuitiva vediamo da vicino gli strumenti principali del software.
Il programma e scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale: www.gimp.org.

SELEZIONE RETTANGOLARE:
Permette di creare una selezione rettangolare in tre modalità: Trascinando il mouse normalmente si creerà un rettangolo dimensionato in base allo stesso trascinamento. Tenendo premuto il tasto Shift durante l'operazione la selezione sarà un quadrato. Tenendo premuto il tasto Control la selezione parte dal centro.


SELEZIONE ELLITTICA
Stesso procedimento del precedente ma creando una selezione ellittica.
Tenendo premuto SHIFT sorgerà un cerchio. Tenendo premuto Control sorgerà una selezione dal centro.




SELEZIONE A MANO LIBERA
Se si trascina il cursore tenendo premuto il tasto sinistro il confine segue fedelmente i movimenti. Diversamente la selezione è a segmenti, un tratto per ogni click (come il lazo e il lazo poligonale di photoshop).


SELEZIONE FUZZY
Seleziona i pixel contingui e di colore simile a quello del punto in cui si fa click (come la bacchetta magica di photoshop)





SELEZIONE PER COLORE
Seleziona tutti i pixel dello stesso colore a quello del punto in cui si fa click.






FORBICI INTELLIGENTI
Questo tool riconosce in automatico il bordo lungo cui si fa click, in base al contrasto.




SELEZIONE PRIMO PIANO
Permette di ritagliare rapidamente un soggetto ben distinto dalla sfondo. Basta definire grossolanamente il confine e si crea lo scontorno.





TRACCIATI
Permette di creare linee tracciati utili per definire una selezione per uno scontorno più dettagliato. Se si tiene premuto il tasto sinistro del mouse durante il trascinamento, il tracciato creerà un bezier (curva). Al contrario sarà una linea retta.



PRELIEVO COLORE
Un contagocce che permette di campionare il colore prelevandolo da un'aria e mantenendolo in memoria per poterlo riutilizzare con un nuovo strumento.

LENTE
Tenendo premuto il tasto Control diminuisce lo zoom della vista. Al contrario lo ingrandisce. La stessa funzione la si può ottenere con i tasti veloci Control+ per ingrandire; Control- per rimpicciolire.

MISURINO
Serve per misurare la distanza tra due punti in pixel, e il relativo angolo in gradi.

SPOSTA OGGETTO
Funziona a trascinamento. Tenendo premuto il tasto Control lo spostamento avviene in linea retta o con angolo 45°.

ALLINEA OGGETTO.
Permette di allineare l'oggetto attivo con quello della selezione precedente.

TAGLIERINO
Permette di ritagliare l'immagine in modo da eliminare dalla vista la parte esterna non attiva nella selezione del ritaglio. Premendo il tasto Control durante il trascinamento del mouse, si parte dal centro. Tenendo premuto Shift la selezione diventa un quadrato.

RUOTA OGGETTO
Permette di ruotare l'oggetto selezionato intorno a un centro creato da questo tool. Tenendo premuto il tasto Control l'angolo di rotazione avviene con incrementi di 15°.

SCALA OGGETTO
Per ingrandire o rimpicciolire l'oggetto attivo. Tenendo premuto Controlo durante il trascinamento il ridimensionamento permette di mantenere la proporzione originale senza distorcere l'oggetto.

INCLINA OGGETTO
Distorce a parallelogramma l'oggetto attivo. E' possibile effettuare la deformazione lungo l'asse orizzontale o verticale.

PROSPETTIVA OGGETTO
Distorce uno o più angoli dell'oggetto attivo al fine di simulare una prospettiva della parte selezionata.

RIFLETTI OGGETTO
Permette di flettere l'oggetto a specchio in orizzontale o in verticale. Funziona con il trascinamento verso la flessione che si desidera ottenere. Tenendo premuto il tasto Control la direzione è verticale.

TESTO
Permette di scrivere un testo nel documento. La selezione del font e della dimensione la si può ottenere nel pannello sottostante alla toolbox anche dopo averlo già digitato.

RIEMPIMENTO 
Riempe con il colore di primo piano il pixel selezionato e quelli contigui o di colore simile. Tenendo premuto il tasto Control la tinta assegnata non sarà quella del primo piano ma dello sfondo. Tenendo premuto il tasto Shift il nuovo colore riempie l'intero livello.

SFUMATURA
Applica una sfumatura che và dal colore di primo piano a quello di sfondo (nel pannello degli strumenti sotto la Toolbox è possibilme modificare le impostazioni e la tipologia di sfumatura). Tenendo premuto il tasto Control la direzione della sfumatura è fissa con incrementi di 15°.

MATITA
Per disegnare a matita a mano libera. Funziona a click o trascinamento. Tenendo premuto il tasto Control si campiona il colore dal punto dove si fa click (passa in modalità prelievo colore), tenendo premuto Shift si disegnano rette.

PENNELLO
Stesso funzionamento della matita ma con una modalità pennello.

GOMMA
Permette di cancellare porzioni di immagine del livello attivo. Tenendo premuto Control si campiona il colore di sfondo dal punto del click. Tenendo premuto Shift, la cancellazione avviene invece in linea retta.

AEROGRAFO
Stesso funzionamento di matita e pennello ma con effetto aerografo.

STILO
Stesso funzionamento di matita e pennello ma con effetto penna stilografica.

CLONA
Permette di copiare una porzione di immagine in un'altro punto. Per prelevare il punto di origine della copia si tiene premuto il tasto Control e si clicca col mouse. La modalità trascinamento raccoglie tutto il percorso su cui si passa con il mouse. Per rilasciare la copia è sufficiente non premere Control e trascinare il mouse.

CEROTTO
E' come lo strumento Clone ma permette di ammorbidire i confini delle zone clonate.

CLONA IN PROSPETTIVA
Funziona come il clone e il cerotto ma permette di copiare in un'altro punto all'interno di un livello deformato in prospettiva. Le parti clonate vengono deformate in base al grado di deformazione del livello su cui si applicherà la copia.

SFOCA/CONTRASTA
Permette sfocare o contrastare maggiormente la parte dell'immagine su cui si passa lo strumento in trascinamento o in click. Il tasto Control permette di passare alla modalità Contrasta. Il tasto Shift permette di lavorare in linea retta.

SFUMINO
Stesso funzionamento di Sfoca ma con effetto sfumino.

SCHERMA/BRUCIA
Funziona come sfoca ma permette di accentuare le parti chiare (Scherma) dell'immagine schiarendola maggiormente o accentuare le parti scure (Brucia) scurendola. Il tasto Control permette di passare allo strumento Brucia.

COLORE
Il rettangolo superiore mostra il colore di primo piano, il rettangolo inferiore il colore di sfondo. Per modificare il colore è sufficiente fare click sul rettangolo di interesse e campionare il colore interessato. Un click sulla minitaura dei due quadrati permette di invertire la loro posizione. Un click sulla doppia freccia ricurva ripristina la posizione dei colori predefiniti (nero e bianco).


Vania Tamburini